Risparmia col Fotovoltaico

Gli impianti fotovoltaici producono energia elettrica grazie all'irraggiamento solare. Si tratta di una fonte energetica rinnovabile e a basso costo, facilmente adottabile nelle abitazioni residenziali, negli uffici, ma anche nell'industria. Il basso costo dell'energia elettrica prodotta e il risparmio generato sono dati dagli incentivi che consentono di avere detrazioni fiscali fino al 50% del costo di installazione e anche dalla possibilità di annullare il costo della bolletta e di rivendere l'energia prodotta in eccesso ai Gestori dei Servizi Energetici. In pratica, un impianto fotovoltaico può garantire un ritorno dell'investimento in meno di 10 anni, annullare immediatamente il costo derivante dalla bolletta elettrica e produrre reddito per la famiglia, grazie alla rivendita dell'energia prodotta in eccesso.

Come funziona un impianto fotovoltaico

La produzione di energia elettrica in un impianto fotovoltaico avviene grazie all'irraggiamento solare. In particolare, quando i pannelli costituiti da silicio cristallino vengono attraversati dalle radiazioni solari si genera un campo elettrico che è possibile convertire in energia elettrica tramite un inverter, un dispositivo che converte l'energia elettrica continua in energia elettrica alternata, capace di alimentare i comuni elettrodomestici.
Esistono diverse tipologie di pannelli solari, la cui denominazione dipende dalla struttura cristallina del silicio: monocristallino, policristallino o amorfo se non dispone di struttura. La scelta della tipologia per la creazione di un impianto dipende da diversi fattori, come luogo di collocazione dei pannelli solari, esposizione, clima e anche il budget disponibile. L'impianto fotovoltaico produce energia con continuità durante l'esposizione solare, ma non durante le ore notturne. Per tale ragione, come tutte le energie rinnovabili, va affiancato ad un allacciamento alla rete elettrica tradizionale, oppure ad un sistema di accumulo, per cons entire di fruire dell'energia prodotta in eccesso durante le ore di esposizione ai raggi solari. La scelta di un impianto fotovoltaico progettato con sistemi di accumulo è la scelta ideale per interventi mirati al risparmio energetico: le misure di sostegno indiretto, come le detrazioni fiscali fino al 50% per le abitazioni residenziali, abbinate a sistemi di accumulo che consentano di immagazzinare l'energia prodotta in eccesso, consentono di avere un ritorno rapido dell'investimento, soprattutto nell'annullamento della bolletta e in un ritorno anche in conto energia, cioè nella rivendita dell'energia prodotta.

Quanto costa un impianto fotovoltaico

1. I pannelli solari, chiamati anche moduli fotovoltaici

differiscono per tecnologia e qualità di produzione. I pannelli solari con moduli monocristallini producono più energia rispetto ai policristallini. Altri fattori che influenzano il costo sono il luogo di produzione (Europa o Cina) e la scelta estetica. Naturalmente, la qualità incide anche sulla durata: un pannello solare di qualità può avere una durata che raggiunge i 30 anni.

2. L'inverter
3. L'installazione dell'impianto fotovoltaico
4. Disbrigo di pratiche burocratiche e allaccio alla rete
5. Assistenza e garanzia sull'impianto fotovoltaico
IMPIANTI
FOTOVOLTAICI
GARANZIA
FINO A 25 ANNI
PERCHÉ
CONVIENE
ASSISTENZA
POST VENDITA
QUANTO
COSTA